1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Finale d’ottava in caduta libera per l’Europa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo una settimana trascorsa in maniera incerta, i principali listini europei hanno archiviato l’ultima seduta dell’ottava in profondo rosso, con ribassi superiori ai tre punti percentuali in quasi tutta Europa. Giù la Borsa di Parigi con il Cac40 in flessione del 4,25% e quella londinese che ha terminato gli scambi con l’Ftse in contrazione del 3%. Profondo rosso anche per l’indice tedesco, il Dax, che ha ceduto il 4,28% a punti. Tra le “migliori” Piazze del Vecchio Continente quella di Zurigo che ha perso “solo” il 2,72%. In una seduta da dimenticare per l’Europa nessun settore si è salvato, con il comparto finanziario letteralmente in caduta libera. Vendite, vendite e ancora vendite per Ubs (-14,06%). A pesare sul titolo del colosso bancario elvetico le difficoltà legate al segreto bancario, uno dei punti di forza delle banche elvetiche, che hanno coinvolto il gruppo negli Usa. Oltralpe, Saint Gobain è precipitata sul fondo del paniere del Cac40, perdendo quasi il 15%. Motivo? La società dei materiali da costruzione ha annunciato un aumento di capitale da 1,5 miliardi di euro. Seduta da dimenticare anche per Cattles che ha lasciato sul parterre più del 70%. Il titolo del gruppo inglese ha dichiarato che il profitto pre-tasse sarà “sostanzialmente inferiore” rispetto alle aspettative del mercato e ha annunciato che ritarderà la diffusione dei risultati preliminari 2008.