1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Per Fidelity Worldwide Investment vi sono ancora interessanti opportunità di crescita grazie ai temi di investimento della Nuova Cina

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

FF China Consumer Fund è il fondo lanciato tre anni fa da Fidelity Worldwide Investment con l’obiettivo di catturare l’enorme potenziale della “Nuova Cina”, cioè dei settori legati all’aumento dei consumi da parte dei cinesi.

Con il dodicesimo Piano Quinquennale (2011-2015) il Governo di Pechino aveva, infatti, annunciato di volere puntare a un miglioramento qualitativo, piuttosto che quantitativo, della propria crescita, favorendo l’urbanizzazione, adottando politiche economiche mirate, elevando il tenore di vita della popolazione e, quindi, stimolando i consumi interni.

La transizione in corso da un modello basato sull’export e sugli investimenti a uno incentrato sui consumi interni ha portato a un rallentamento della crescita economica e a performance azionarie complessivamente deludenti. Tuttavia, proprio questi cambiamenti favoriscono alcune aree dell’economia e, in particolare, le aziende meglio posizionate per beneficiare delle trasformazioni in atto in Cina.

Il reddito pro capite nel 2013 è cresciuto del 7% nelle zone urbane e del 9,3% in quelle rurali. Le vendite al dettaglio sono aumentate dell’11,3% e per il 2014 l’obiettivo del Governo di Pechino si attesta a un aumento del 14,5% rispetto all’anno precedente.

FF China Consumer Fund si distingue proprio per il suo focus sull’importante trend di crescita dei consumi interni, che va ben oltre i soli settori dei consumi di base e discrezionali. Il fondo investe infatti nelle aziende meglio posizionate per beneficiare del ribilanciamento dell’economia, mentre esclude le aree economiche che potrebbero essere penalizzate nello scenario che si va formando.

Questa strategia tematica ha consentito al FF China Consumer Fund di ottenere rendimenti particolarmente interessanti su tutti gli orizzonti temporali, difendendo i rendimenti nelle fasi complesse e beneficiando appieno delle fasi di ripresa.

“Nello scenario che si va delineando – spiega Raymond Ma, Gestore del fondo FF China Consumer Fund fin dal suo lancio, avvenuto tre anni fa – vi sono segmenti che risultano penalizzati, come le materie prime e i prodotti industriali che hanno registrato una crescita eccezionale negli ultimi 30 anni ma che oggi hanno problemi di capacità in eccesso. I maggiori beneficiari della nuova fase di crescita saranno, invece, i settori della “Nuova Cina” supportati da trend sociali, politici ed economici i cui effetti sono ancora all’inizio, cioè le migliori aziende non solo nei settori dei beni di consumo discrezionali e di base, ma anche in quelli dell’informatica e di internet, delle assicurazioni, delle energie rinnovabili e della sanità”.

Guardando, poi, agli scenari futuri del mercato, secondo Raymond Ma non dovrebbero sorprendere “un certo rallentamento della crescita del PIL cinese o i dati poco entusiasmanti dell’Indice dei Direttori d’Acquisto (PMI) del settore manifatturiero”. Il Gestore di FF China Consumer Fund ritiene, infatti, che tali sviluppi siano una conseguenza necessaria della graduale trasformazione della Cina.

La crescita del Paese, se pur ridotta rispetto al passato, è comunque di gran lunga superiore a quella che si registra nella maggior parte delle economie mondiali e nonostante la prosecuzione della campagna contro la corruzione, i consumi dovrebbero evidenziare un’espansione del 9-10% in termini reali. Questa tendenza sarà ulteriormente sostenuta dalla solidità dell’occupazione e dalla crescita vigorosa dei salari. “Siamo inoltre fiduciosi – spiega Raymond Ma – negli effetti positivi che deriveranno dalle riforme governative in tema di urbanizzazione, di allentamento della politica del figlio unico, di riforma delle imprese di Stato e dalle molte altre misure annunciate da Pechino”.

“FF China Consumer Fund è particolarmente apprezzato dagli investitori italiani – commenta Francesca Martignoni, Country Head per l’Italia di Fidelity Worldwide Investment -. Questo fondo ha, infatti, saputo offrire opportunità di crescita del capitale con rendimenti molto positivi in differenti contesti di mercato anche in fasi non univocamente rialziste per i mercati azionari dei Paesi emergenti. Ciò è stato possibile grazie alla straordinaria struttura di ricerca, al metodo e all’esperienza di Fidelity, che si traducono nella capacità di identificare in ogni scenario di mercato le singole aziende meglio posizionate per beneficiare dei più influenti trend di crescita”.