Fiat: Zanonato, invito a Marchionne per un tavolo sul settore auto

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 25/07/2013 - 09:45
Quotazione: FCA CHRYSLER
La minaccia lanciata da Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat, di bloccare gli investimenti in Italia in risposta alle motivazioni pubblicate dalla Consulta non sono state prive di strascichi. Questa mattina il ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, dalle colonne de Il Messaggero ha auspicato che il numero uno del Lingotto non riveda i piani dell'azienda e soprattutto non abbandoni il Paese. Di più. Il responsabile del dicastero di Via Veneto ha inviato Marchionne ad un tavolo di lavoro volto al rilancio del settore dell'auto, abbattendo vincoli e ostacoli che ne frenano la crescita. "Ho avviato i lavori per la costituzione della Consulta dell'automative e auspico vivamente che la Fiat decida di parteciparvi", ha detto il ministro.

"Fiat è un patrimonio per il Paese", ha poi dichiarato Zanonato. "Ora occorre aggredire e risolvere i problemi che interessano la logistica, le procedure autorizzative e quelle doganali, e vari aspetti burocratici che in molti casi ostacolano le strategie di investimento orientate ai mercati globali". Zanonato ha voluto sottolineare che il suo lavoro è quello di fare in modo che la casa torinese "sia sempre più valorizzata in Italia e nel mondo, perchè rappresenta il Made in Italy. Per me Fiat significa: lavoro, competenze, investimenti, ricerca. Non si tratta solo di valorizzare Fiat ma tutto il settore automotive".
COMMENTA LA NOTIZIA