Fiat: utili e ricavi in crescita nel 2010, forte calo dell’indebitamento

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fiat batte le attese del mercato. Il Lingotto ha svelato i conti relativi all’intero 2010 migliore delle previsioni, ma la Borsa sta punendo i titoli della galassia Agnelli: Fiat Spa cede lo 0,15% a 7,38 euro, mentre Industrial arretra del 4,13% a 10,22 euro. Prima della scissione, avvenuta lo scorso 3 gennaio, i ricavi si sono attestati a 56,3 miliardi di euro, in aumento del 12,3% rispetto all’esercizio precedente. L’utile della gestione ordinaria è praticamente raddoppiato a 2,2 miliardi di euro (1,1 miliardi nel 2009), con attese che indicavano 2,17 miliardi di euro. Ben oltre il consensus (455 milioni) anche l’utile netto, salito a 600 milioni dal rosso di 848 milioni dello scorso anno. In forte calo l’indebitamento finanziario, sceso a 2,4 miliardi dai 4,4 miliardi di fine 2009. Anche in questo caso sono state battute le stime degli analisti che erano ferme a 3,9 miliardi di euro.


Il Lingotto ha inoltre confermato gli obiettivi finanziari fissati per i diversi business nel piano 2010-2014 presentato lo scorso aprile. Il Cda della casa auto intende proporre un dividendo totale per il 2010 pari a 152 milioni di euro, mentre per il 2011 la politica delle cedole è prevista invariata al 25%. Fiat post scissione ha conseguito ricavi pari a 35,9 miliardi di euro (+9,8%), mentre quelli di Fiat Industrial hanno guadagnato il 18,8% a 21,3 miliardi. Per quanto riguarda l’utile netto il business dell’automobile ha registrato 222 milioni, quello industriale 378 milioni. Il trading profit totale, pari a 2,2 miliardi, è stato equamente diviso tra le due nuove società nate dallo spin-off. Per il 2011 per Fiat è attesa una crescita dei ricavi in un range del 2-3%, con un utile della gestione ordinaria nella forchetta 0,9-1,2 miliardi di euro.
 
(notizia in aggiornamento)

Commenti dei Lettori
News Correlate
BORSA ITALIANA

Piazza Affari fa fatica: vendite su Ferragamo ed Enel, Saipem in testa

Mattinata archiviata in ribasso per le maggiori piazze azionarie europee, con l’eccezione di Francoforte. Protagonista assoluto della mattinata il dato Pmi su manifattura e servizi per l’area euro, la cui stima flash è salita ancora a 56,8 punti dai …

AUTOMOTIVE

Italia: +18,16% per le immatricolazioni di auto a marzo. FCA meglio del mercato

A marzo la Motorizzazione ha immatricolato 226.163 autovetture, +18,16% rispetto a marzo 2016. Nel primo trimestre sono state immatricolate 582.465 unità, l’11,93% in più rispetto a un anno prima. A marzo, con oltre 68 mila immatricolazioni, FCA ha fatto meglio del mercato incrementando le vendite del 21,3 per cento. La quota di Fiat Chrysler Automobiles […]

BORSA ITALIANA

Piazza Affari: FCA e banche trascinano giù l’indice. Record storici per Brembo, balzo di Saipem

Seduta a due facce per i mercati azionari europei che hanno archiviato la seduta con cali sostanziosi lontani dai massimi intraday toccati nel corso della mattinata. Mancando il supporto di Wall Street (i tre principali indici americani viaggiano in rosso) è svanito anche l’effetto dei dati Pmi sulla manifattura, che questa mattina aveva contribuito a […]