Fiat: Ubs dice di acquistare e consiglia un bond convertibile in azioni Ferrari, bene il titolo

Inviato da Alberto Bolis il Mar, 23/04/2013 - 11:40
Quotazione: FCA CHRYSLER
Quotazione: EXOR

Ubs cambia idea su Fiat a pochi giorni dal test dei conti del primo trimestre 2013, quando Sergio Marchionne dovrebbe rivedere i target del gruppo automobilistico torinese per l'esercizio in corso. Gli analisti della banca svizzera hanno alzato il giudizio sul Lingotto a buy dal precedente neutral, portando il prezzo obiettivo a 5,5 euro da 4 euro. Il titolo ne risente subito a Piazza Affari dove mostra un progresso di quasi 3 punti percentuali a 4,372 euro.

"Tenendo presente l'esperienza dell'Ad Sergio Marchionne e le opzioni finanziarie valide per Fiat, pensiamo che i termini dell'acquisto di Chrysler saranno attraenti", spiega il broker elvetico secondo cui la fusione con il gruppo di Detroit escluderà la Ferrari e, così facendo, separerà un asset che vale 3-4 euro per azione.
 
Secondo Ubs, "un aumento di capitale rimane una possibilità ma Fiat può contare su diverse opzioni per minimizzare l'effetto diluitivo dalle cessioni di asset al finanziamento ponte oppure, la nostra opzione preferita, un bond convertibile in azioni Ferrari".

Oltre a Fiat anche Exor è finita sotto la lente degli analisti di Ubs che hanno confermato il giudizio neutral sul titolo della holding alzando il target price a 24 euro dal precedente 20 euro. "Apprezziamo il tentativo di Exor di semplificare la sua struttura di holding e del capitale attraverso la conversione delle azioni privilegiate/risparmio in ordinarie", spiegano gli esperti della banca elvetica. A Piazza Affari il titolo Exor mostra un progresso dell'1,50% a 22,96 euro.

COMMENTA LA NOTIZIA