Fiat sotto quota 6, e' caccia aperta a nuovi partner industriali

Inviato da Redazione il Mer, 16/02/2005 - 12:33
Quotazione: FCA CHRYSLER
Giornata no per Fiat. Il titolo del Lingotto torna a scambiare sotto la soglia psicologica dei 6 euro, esattamente a 5,985 euro, in ribasso del 2,35%. Forti gli scambi: sono, infatti, passati di mano 15 milioni di pezzi contro una media giornaliera delle ultime trenta sedute pari a 18 milioni di pezzi. Secondo i dati dell'Associazione dei produttori europea del settore, l'Acea, le immmatricolazioni nel mese scorso sono diminuite dello 0,2% rispetto a gennaio 2004. In Italia la riduzione è stata del 3,7%, come in Germania. Pesante la battuta d'arresto del Lingotto, che ha riportato un calo in Europa del 19,3% e in particolare l'Alfa Romeo del 27,9%, la contrazione maggiore tra le case automobilistiche presenti in Europa. Tutto questo non aiuta la casa torinese. L'uscita di scena di General Motors, nonostante la buona uscita, ha infatti lasciato aperto diversi interrogativi circa le future alleanze. Voci di stampa sono tornate a spaziare dalla pista cinese ai francesi di Peugeot. Tra i possibili scenari che dipingono alleanze future del Lingotto c'è chi ventila anche di una liason tedesca. La caccia grossa ai nuovi partner industriali è insomma aperta. E si tratta di una vera e propria necessità per il Lingotto a detta degli analisti di Ubm. In una nota raccolta da Spystocks il broker sostiene infatti che la partnership con un produttore globale di auto è essenziale per rinforzare le sinergie di produzione del gruppo torinese e il network dei rivenditori.
COMMENTA LA NOTIZIA