Fiat sotto pressione in Borsa, immatricolazioni italiane previste in forte calo a marzo

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 02/04/2012 - 10:56
Quotazione: FCA CHRYSLER
Fiat in affanno a Piazza Affari a poche dalla pubblicazione dei dati sulle immatricolazioni italiane di marzo. Secondo quanto dichiarato dall'Ad del Lingotto, Sergio Marchionne, il mercato italiano avrebbe mostrato un tonfo del 38-40% rispetto allo stesso mese del 2011. Di recente Federauto aveva indicato un calo del 34 per cento. "La proiezione per l'intero 2012 è ora inferiore a 1,6 milioni di veicoli (ovvero -1%) - sottolinea Equita nella nota odierna -. La nostra stima è quindi di abbassare, dato che stimavamo già 1,6 milioni. In ogni caso il peso delle immatricolazioni in Italia è già sceso al 12% e riteniamo sia destinato a calare sotto il 10%, più che compensato dalla crescita di Chrysler negli Stati Uniti e in Canada". A Piazza Affari il gruppo torinese cede il 3,50% a 4,256 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA