Fiat smentisce ipotesi su aumento tetto 500 mln per recesso fusione Chrysler

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 12/08/2014 - 14:48
Nuova precisazione di Fiat in merito alla questione dei recessi legati alla fusione con Chrysler. Il Lingotto smentito in una nota le indiscrezioni stampa secondo cui Fiat potrebbe convocare un'assemblea straordinaria per rinunciare o elevare il limite di 500 milioni di euro cui la fusione è subordinata, se tale limite fosse superato.
Il gruppo torinese ha ribadito che non ha alcuna intenzione né di rinunciare a tale limite, né di elevarlo ed intende completare la fusione come approvata. Se il limite fosse superato e la società decidesse di convocare una nuova assemblea straordinaria, l'assemblea potrebbe semplicemente approvare un nuovo progetto di fusione, il che condurrebbe alla fissazione di un nuovo prezzo del recesso sulla base, secondo le norme applicabili, del più recente corso del titolo e ridurrebbe gli esborsi per la società.
COMMENTA LA NOTIZIA