Fiat sgomma sul listino, proiettata a quota 6 euro

Inviato da Redazione il Gio, 07/10/2004 - 10:13
Quotazione: FCA CHRYSLER
Fiat tornare a sgommare sul listino. Il titolo della casa torinese si porta in rialzo dell'1,5%, rivedendo quota 5,95 euro. In moto i volumi: sono infatti passate di mano 2,3 milioni di azioni contro una media giornaliera delle ultime trenta sedute pari a 9 milioni di azioni. Il mercato sta premiando gli sforzi di Fiat per rimettersi in piedi. Herbert Demel, Ad di Fiat Auto, ha ribadito l'impegno della società nel mantenere operativi gli impianti italiani. Anche se c'è da lavorare sul fronte della competitività: il costo industrale del prodotto nelle nostre fabbriche è infatti nettamente superiore a quello dei concorrenti esteri e degli stessi stabilimenti Fiat all'estero. "E'necessario", ha spiegato Demel, "che Fiat riduca il costo industriale attraverso un aumento dei giorni di utilizzo degli impianti all'anno e delle ore giornaliere, allineandosi alla concorrenza europea. Questo, ovviamente, lasciando invariato l'orario individuale settimanale". La sfida è aperta, ma all'orizzonte non sembrano esserci segnali di fumo. "Il newsflow su Fiat di queste settimane è positivo. Sergio Marchionne, ad di Fiat, ha sgombrato il campo, facendo sapere che non è indispensabile un aumento di capitale. Inoltre seguendo le indicazioni degli ultimi dati delle immatricolazioni, il marchio Fiat sta recuperando terreno", dice un trader. "Queste sono tutte buone notizie, che potrebbero portare Fiat nel medio termine a quotare su soglie interessanti".
COMMENTA LA NOTIZIA