Fiat sgomma ancora in Borsa, scambi forti

Inviato da Redazione il Lun, 11/07/2005 - 09:45
Quotazione: FCA CHRYSLER
Fiat sgomma ancora in Borsa. Il titolo del Lingotto dopo la fiammata di venerdì sale del 2,19% scambiando a quota 6,40 euro. Forti gli scambi: sono, infatti, passati di mano 7 milioni di pezzi contro una media giornaliera delle ultime trenta sedute pari a 12,3 milioni di pezzi. La coincidenza temporale con il boom di prezzi e volumi sul titoli ha costretto venerdì Marchionne&Co a uscire con una nota per dissinescare l'impressione di aver dribbalto Borsa e soci fornendo informazioni riservate ai gestori di fondi. L'appuntamento rientrava "nell'ambito della consueta attività di relazioni con il mercato. Ai gestori di fondi l'amministratore delegato della Fiat ha ribadito le stesse indicazioni fornite nel corso dell'assemblea degli azionisti della Fiat, tenutasi a Torino due settimane fa", si legge sul comunicato. Saraà anche ma sul mercato gli operatori hanno occhio lungo. E così secondo il tam tam di Borsa il Lingotto starebbe cercando nuovi soci per proteggersi dal rischio scalate. A settembre le banche amiche Fiat entreranno in prima fila nell'azionariato del Lingotto. Un ruolo che Unicredit, Banca Intesa e Capitalia hanno detto non sentire benissimo sulla propria pelle. Da qui l'attivismo secondo voci di mercato di Marchionne alla ricerca di fondi che possano offrire un paracadute contro la discesa in campo il prossimo autunno di mani forti non troppo gradite.
COMMENTA LA NOTIZIA