Fiat quasi invariata sul Mib30

Inviato da Redazione il Ven, 19/03/2004 - 09:46
Quotazione: FCA CHRYSLER
Prosegue la fase non brillante di Fiat che dopo l'ascesa di febbraio (dall'area 5,80 euro era arrivata a lambire 6,60 euro) è tornata sui propri passi toccando un minimo a 5,72 euro lo scorso 12 marzo (ieri bottom a 5,73 euro). Al momento il titolo Fiat avanza dello 0,02% a 5,75 euro (minimo a 5,74 euro) e ha visto passare di mano 2,7 milioni di pezzi. Il titolo pare non beneficiare nè del rumour diffusosi che Buc (Banca Unione del credito), banca svizzera con sede a Lugano di proprietà del Lingotto, potrebbe pagare un maxidividendo straordinario, nè pare scosso dalle dichiarazioni fatte ieri a San Paolo del Brasile dall'ad del Gruppo Giuseppe Morchio, secondo cui Fiat cambia filosofia operativa in nome del profitto (Morchio ha detto che ha poco senso una leadership, come in Brasile, senza l'adeguata redditività). Il Brasile resterà comunque strategico per Fiat, come la Cina, anche se il Lingotto metterà in pensione la world car.
COMMENTA LA NOTIZIA