1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fiat prepara la patata bollente per GM

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La difficoltà aguzza l’ingegno? Si direbbe proprio di sì, specie in casa Fiat. Secondo indiscrezioni di stampa, Sergio Marchionne, ad del gruppo, starebbe meditando di esercitare l’opzione call sul 51% di Fidis anche prima della scadenza del 31 gennaio 2006. Tradotto in parole semplici: Marchionne spendendo meno di 400 milioni di euro potrebbe ricomprarsi la quota di Fidis retail ceduta alla banche, lasciando in mano a Detroit la patata bollente, ossia l’obiezione della ricapitalizzazione. Ripristinare il perimetro patrimoniale esistente alla data dell’accordo diventerebbe il lasciapassare di Fiat per assicurarsi la validità della put option secondo le voci di stampa. L’altro risvolto della medaglia è che, se ciò dovesse diventare realtà, segnerebbe la parola fine di un’alleanza nata male. Dato che gli americani hanno intuito “la tresca”, la scorsa settimana una portavoce di Gm ha sottolineato che l’oggetto del contendere è solo l’aumento di capitale, null’altro. Argomento che Fiat sta però cercando di smontare. Dunque: l’alleanza potrebbe poi finire ancora peggio.