Fiat positiva, la speculazione chiama in causa Ifil

Inviato da Redazione il Lun, 25/04/2005 - 09:41
Quotazione: FCA CHRYSLER
Parte con il piede giusto la settimana per Fiat. Il titolo del Lingotto sale dell'1,43%, scambiando a quota 4,88 euro. I riflettori di Piazza Affari sono tutti per la casa torinese in vista dell'assemblea che si terrà domani al Lingotto. Attorno allo stesso tavolo siederanno le banche amiche di Fiat e i vertici del gruppo automobilistico. Nel fine settimana secondo la stampa sarebbero susseguiti i contatti con la famiglia Agnelli perché al punto in cui sono arrivate le cose la posta in gioco è il controllo di Fiat. Da qui i contatti tra SanPaolo Imi e Fiat. Secondo indiscrezioni Enrico Salza, presidente di SPI, avrebbe telefonato al presidente di Ifil (+0,55% a quota 3,28 euro), Gian Luigi Gabetti, per proporgli una soluzione alternativa. Salza avrebbe fatto presente che sarebbe opportuno che Ifil mettesse mano al portafoglio per dare un concreto segnale di buona volontà e rendere meno pesante l'impegno delle banche. Una tale mossa sempre secondo la stampa sarebbe aria fresca per le banche, che affronterebbero con un altro spirito il vertice di domani. Tra le varie proposte si ventila oltre alla rinegoziazione il ricorso all'emissione di un bond decennale a condizioni allettanti per chi aderirà.
COMMENTA LA NOTIZIA