Fiat, partenza con il freno a mano tirato

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di contrattazioni in fondo all’S&P/Mib per il titolo Fiat che lascia sul terreno il 2,65% a quota 7,525 euro. A pesare sul titolo della casa automobilistica torinese la mossa dell’Ifil, l’honding di casa Agnelli, che ha annunciato un’operazione finanziaria da complessivi 576 milioni di euro al fine di mantenere la propria quota in Fiat sopra il 30% anche successivamente all’aumento di capitale varato da Fiat al servizio del prestito convertendo da 3 miliardi di euro, che scade il 20 settembre. L’operazione è avvenuta attraverso l’acquisto da Exor Group di 82,25 milioni di azioni ordinarie Fiat con un investimento di 535 milioni di euro, riveniente a seguito dell’equity swap pattuita tra Exor Group e Merrill Lynch International nell’aprile scorso. Inoltre nelle scorse settimane la stessa Ifil aveva conprato sul mercato 5,5 milioni di titoli per 41 milioni di euro. Ben intonata invece Ifil che sale dell’1% a 3,75 euro.