Fiat: nessuna indagine Consob su liquidità, insinuazioni false. Ma il titolo crolla

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 08/10/2012 - 14:46
Quotazione: FCA CHRYSLER

"Fiat come le altre società quotate, riceve abitualmente richieste di informazioni da Consob su varie materie (inclusa la liquidità) a cui risponde regolarmente, ma non è al corrente di alcuna 'indagine' nei termini riferiti dall'articolista. Qualsiasi insinuazione circa il fatto che Fiat non disporrebbe della liquidità dichiarata nella propria comunicazione finanziaria periodica è falsa e come tale sarà trattata da Fiat".

Così risponde la casa automobilistica torinese alle indiscrezioni apparse questa mattina su Il Messaggero. Secondo quanto riportato dal quotidiano, la Consob avrebbe acceso un faro sulla reale consistenza della liquidità - 22,7 miliardi al 30 giugno di quest'anno - dichiarata nei bilanci del Lingotto. L'articolo aggiunge che l'autorità avrebbe avviato una "indagine, rappresentata -  prosegue la nota del gruppo - in modo tale da "insinuare dubbi sulla correttezza dell'informazione societaria resa da Fiat".

Nel frattempo, stando a quanto scritto dalla Repubblica, il fondo Investindustrial capitanato da Andrea Bonomi sarebbe interessato ad entrare come socio di minoranza in Alfa Romeo per agevolare un suo prossimo rilancio. Su quest'ultimo punto, Equita è dubbiosa e attribuisce una probabilità non elevata a questo scenario.

Il titolo sul Ftse Mib risente delle ultime news e indossa la maglia nera con un ribasso del 3,31% a 4,328 euro.

COMMENTA LA NOTIZIA