Fiat: Merrill, cautela nel riacquisto quota Ferrari da Mediobanca

Inviato da Marco Barlassina il Mar, 04/07/2006 - 14:09
Quotazione: FCA CHRYSLER
Il riacquisto da parte di Fiat della quota Ferrari ceduta a Mediobanca sarebbe un evento pressochè negativo. La pensano così gli analisti di Merrill Lynch, secondo cui l'esercizio dell'opzione call sul 29% della casa di Maranello detenuto da Piazzetta Cuccia e altri istituti finanziari si risolverebbe nella distrazione di parte della cassa del gruppo da Fiat Auto, CNH e Iveco. "Noi consideriamo Ferrari un brand di valore - dicono da Merrill - tuttavia Fiat ha già il controllo della società e un acquisto della quota non avverrebbe probabilmente a valori contenuti". L'eventuale prezzo di riacquisto, pari al prezzo di cessione del 2002 (775 milioni di euro) più gli interessi del periodo basati sul tasso dei Bot maggiorato del 4% è infatti ritenuto da Merrill elevato se confrontato alla valutazione di una società comparabile quale Porsche. Peraltro gli analisti ritengono che quanto incassato dalla recente cessione a Generali della Banca Unione di Credito verrà in definitiva utilizzato per il riacquisto della quota Ferrari. L'opzione call a disposizione di Fiat scadrà il prossimo 30 settembre.
COMMENTA LA NOTIZIA