Fiat: Marchionne, soglia 500 milioni per diritti recesso fusione non superabile

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 30/07/2014 - 15:16
Quotazione: FCA CHRYSLER
Se i diritti di recesso legati alla fusione tra Fiat e Chrysler dovessero comportare un esborso superiore ai 500 milioni di euro, l'operazione non si farà. Categorico Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat, durante la conference call con gli azionisti sui risultati trimestrali pubblicato oggi. "Sul mercato c'è chi si è chiesto se la cifra può essere superata. La risposta è no. La cifra non può essere superata per nessuna ragione", ha detto Marchionne.
COMMENTA LA NOTIZIA