Fiat: Marchionne, senza incentivi il mercato delle quattro ruote precipita

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli incentivi hanno fatto la differenza. Lo dice a chiare lettere questo pomeriggio Sergio Marchionne, l’amministratore delegato di Fiat, nel corso dell’incontro che si è tenuto a Palazzo Chigi con governo e sindacati. Grazie alle misure di sostegno della domanda “l’emorragia” delle vendite di auto è stata contenuta – ha spiegato il top manager – . E’ ragionevole pensare che senza una uscita graduale dalla fase degli incentivi il mercato precipiti verso una soglia di 1 milione e 700 mila unità”. Marchionne prevede una frenata per le vendite di auto nel 2009.