1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Fiat: Marchionne, senza costi competitivi dovremo chiudere 2 stabilimenti (Corriere della Sera)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sergio Marchionne, amministratore delegato della Fiat, in un’intervista al Corriere della Sera, ha affermato che “tutti gli stabilimenti staranno al loro posto. Abbiamo tutto per riuscire a cogliere l’opportunità di lavorare in modo competitivo anche per gli Stati Uniti, ma se non accadesse dovremmo ritirarci da 2 siti dei 5 in attività”. Inoltre “la domanda di automobili in Europa è destinata a rimanere bassa ancora a lungo. Almeno fino al 2014. Le case generaliste hanno troppa capacità produttiva”. Alla domanda se l’Europa di oggi è come la Detroit del 2005, il numero uno del Lingotto ha rimarcato che Chrysler perdeva vendendo quasi 3 milioni di automobili, “oggi pareggia con 1,5 milioni e nel 2012 ne venderà 2,4 milioni. La domanda sta rifiorendo”. Relativamente a possibili incentivi statali, Marchionne non caldeggia altri incentivi alle rottamazioni da parte dell’Italia: “In passato li abbiamo chiesti anche noi. E abbiamo fatto male. Anche perché hanno sostenuto al 70% le vendite dei concorrenti”.