1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fiat: Marchionne a Palazzo Chigi si impegna a non chiudere nessuno stabilimento

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ristrutturazioni, ma nessuna chiusura per Fiat in Italia. Sergio Marchionne ieri è approdato a Palazzo Chigi per ribadire ai sindacati in allarme l’impegno a fare tutto quanto è possibile per non chiudere nessuno stabilimento italiano. Benché nell’orizzonte di Sergio Marchionne ci sia molta America, “non si può immaginare la Fiat senza forti radici in Italia”. Il manager italo- canadese chiede lo sforzo di tutti, a partire dal governo. C’è in ballo un piano da 900 milioni delle Regioni per la ricerca e lo sviluppo di nuove auto ecologiche e sicure, nuova cassa integrazione, eco-incentivi europei con reale efficacia di stimolo della domanda, accordi di programma. “Tutti gli sforzi che la Fiat ha fatto, a livello gestionale, industriale ed economico, non sono più sufficienti. La domanda è crollata in modo generalizzato”, sono alcuni passaggi chiave del discorso del numero uno di Fiat. Vanno male le vendite dei veicoli commerciali, dei mezzi agricoli, delle macchine per la costruzione. Cnh, spiega la Fiat in un comunicato, sarà costretta a razionalizzare gli attuali siti produttivi in Italia e ad affrontare un «piano di esuberi». Il numero esatto dei lavoratori e gli stabilimenti interessati non è ancora definito,masi dovrebbe trattare di qualche centinaio di persone oggi divise fra Imola, Lecce e San Mauro.