Fiat. Marchionne, non si può confondere cambiamento con insulto all'Italia

Inviato da Redazione il Mar, 11/01/2011 - 15:36
Quotazione: FCA CHRYSLER
"Non si può confondere il cambiamento con un insulto all'Italia". Questa la replica dell'a.d. del gruppo Fiat, Sergio Marchionne, alle dichiarazioni di Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, parlando ai giornalisti a margine del Salone dell'Auto di Detroit. "Se insulto significa introdurre un nuovo modello di lavorare in Italia mi assumo le mie responsabilità - ha affermato Marchionne - ma non lo è. L'ho detto ripetutamente e lo continuo a ripetere. È un messaggio totalmente coerente con la strategia industriale di questo gruppo. Siamo assolutamente convinti che il modo di operare industrialmente in Italia, anche sulla base della nostra esperienza internazionale, deve essere rinnovato".
COMMENTA LA NOTIZIA