1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fiat: Marchionne, andiamo bene in Brasile perchè lì ci sono aiuti statali

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova entrata in tackle di Sergio Marchionne che non lesina frecciate legate allo scarso impegno dello Stato negli ultimi anni per rivitalizzare il settore auto. L’a.d. di Fiat usa l’esempio del mercato automobilistico brasiliano per portare avanti un confronto tra le due realtà. “Sono felice che il ministro Passera, andando in Brasile, si sia reso conto dei grandi risultati della Fiat in quel Paese – esordisce Marchionne – e certamente non gli sarà sfuggito che il Governo brasiliano sia particolarmente attento alle problematiche dell’industria automobilistica”.
Ancora riferendosi al ministro delle Infrastrutture, Corrado Passera, il numero uno del Lingotto fa riferimento al fatto che le case automobilistiche che vanno a produrre in Brasile possono accedere a finanziamenti e agevolazioni fiscali. In particolare per lo stabilimento nello stato di Pernambuco, in corso di costruzione, la Fiat riceverà finanziamenti sino all’85 per cento su un investimento complessivo di 2,3 miliardi di euro. A questi si aggiungeranno benefici di natura fiscale, quando sarà avviata la produzione di automobili, per un periodo minimo di 5 anni. “Per quanto riguarda la Fiat l’ultima operazione del genere in Italia si è verificata all’inizio degli anni novanta per lo stabilimento di Melfi”, sottolinea Marchionne che non manca di aggiungere che, considerando l’attuale quadro normativo europeo, simili condizioni di finanziamento non siano ottenibili nell’ambito dell’Unione Europea.