Fiat: maglia nera in Borsa in scia ai ribassi di Peugeot

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 13/07/2012 - 12:41
Quotazione: FCA CHRYSLER
Fiat colpita dalle vendite a Piazza Affari. Il titolo del Lingotto, il peggiore del settore in Europa, cede il 4,61% a 3,892 euro e si posiziona in coda al paniere principale. L'azione risente delle pessime performance che sta registrando Peugeot all'indomani del piano di ristrutturazione e in scia alla messa sotto osservazione per un possibile downgrade del rating della casa automobilistica francese da parte di Moody's. Questa mattina il Financial Times ha pubblicato un articolo dal titolo "Ruoli invertiti tra Fiat e Chrysler nell'ora del bisogno", secondo il quale la società torinese, per risollevarsi, avrebbe bisogno di una trasfusione di sangue proveniente da oltreoceano. Il quotidiano sottolinea che è il Lingotto ora ad avere grossi problemi in Italia e in Europa sia nella produzione sia nelle vendite e che il gruppo guidato da Sergio Marchionne opera in Italia al 53% della sua capacità produttiva, la più bassa tra le attività della società nel Vecchio Continente. Ma il Financial Times apre uno spiraglio: Fiat ha un asso nella manica, il Nord America e Chrysler. Dal 2009, l'Ad Marchionne è salito al 61,8% della casa di Detroit, mostrando una paziente determinazione per raggiungere l'obiettivo "jackpot" dell'80%. Questo, secondo il quotidiano, è il momento per Fiat di sbloccare il tesoro di Chrysler e accedere agli 8 miliardi di euro di liquidità.
COMMENTA LA NOTIZIA