Fiat Industrial, la tenuta dei minimi di marzo è fondamentale

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 24/05/2011 - 14:42
Quotazione: CNH INDUSTRIAL
Analogamente ad altri titoli anche il quadro tecnico di Fiat Industrial ha pagato con un chiaro deterioramento grafico le tensioni che hanno caratterizzato le ultime sedute dei mercati azionari, specie i ribassi di ieri. Le azioni della controllata del Lingotto hanno infatti aperto e chiuso la prima seduta della nuova ottava sotto la trendline ascendente che ne caratterizzava i corsi dallo scorso 5 gennaio, praticamente dal giorno del suo sbarco a Piazza Affari avvenuto due giorni prima. La trend in questione è stata ottenuta sia con il low intraday appena menzionato sia con quello fatto segnare lo scorso 15 marzo a 8,91 euro. Spostando la visuale più nell'immediato, quello che si nota è che gli investitori avevano preferito caratterizzare i corsi con una fase di distribuzione a cavallo tra il 23 marzo e il 19 maggio: in questo periodo le quotazioni avevano oscillato tra i supporti statici in prossimità di 9,63 euro e le resistenze rappresentate dal top a 10,50 euro. L'accelerazione sotto i 9,63 euro ha permesso il completamento di un triplo massimo e ha fornito le prime chiare indicazioni di vendita che poi si sono tramutate con la già menzionata violazione della trendline ascendente. A questo punto, specie dopo il minimo intraday odierno registrato a 8,93, è lecito implementare una strategia long di brevissimo volta a beneficiare di un rimbalzo tecnico. In quest'ottica l'ingresso in acquisto a 9 euro prevede lo stop a 8,85 euro mentre ha come primo immediato target i 9,365 euro, ossia il livello attuale di transito della trendline ascendente ove quindi si completerebbe il pull back tecnico, e successivamente i 9,63 euro in rappresentanza dei vecchi supporti statici citati nel corso dell'analisi.
COMMENTA LA NOTIZIA