Fiat: indebitamento netto industriale a 5,8 mld, liquidità disponibile a 21,4 mld

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 26/04/2012 - 15:37
Quotazione: FCA CHRYSLER
L'indebitamento netto industriale di Fiat si è attestato al 31 marzo 2012 a 5,8 miliardi di euro rispetto ai 2,4 miliardi registrati a fine 2011. Esclusa Chrysler l'indebitamento risulta essere pari a 3,8 miliardi di euro. L'aumento di 1,4 miliardi è dovuto, si legge nella nota, all'impatto sul capitale di funzionamento delle condizioni di mercato in Europa e a maggiori investimenti. Quest'ultimi sono ammontati a 1,6 miliardi di euro nei primi tre mesi dell'anno, di cui 0,6 miliardi relativi a Fiat esclusa Chrysler.

Migliorata la liquidità disponibile a 21,4 miliardi di euro (incluse le linee di credito non utilizzate per 2,9 miliardi di euro), di cui 12 miliardi relativi a Fiat esclusa Chrysler e 9,4 miliardi relativi a Chrysler. A fine 2011 la liquidità era pari a 20,7 miliardi di euro. Nel corso del trimestre sono state emesse obbligazioni per 1,2 miliardi di euro, che coprono oltre l'80% dell'ammontare dei prestiti obbligazionari in scadenza nel 2012, riferiti a Fiat esclusa Chrysler.
COMMENTA LA NOTIZIA