Fiat frena in attesa dei dati sulle immatricolazioni italiane

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 02/11/2010 - 11:10
Quotazione: FCA CHRYSLER
Pesante a Piazza Affari Fiat che paga le indiscrezioni circa il calo delle immatricolazioni auto nel mese di ottobre in Italia. Secondo le anticipazioni di Federauto il mercato italiano dell'auto nel mese scorso dovrebbe essere calato del 29,5% su base annua, ossia aver riportato una contrazione pari a circa 139 mila autovetture. La casa del Lingotto peraltro dovrebbe fare ancora peggio con un calo del 39,5%, -38 mila unità. Ripercussioni anche sulla quota di mercato, che in tal senso scenderebbe a livello cumulato sui primi 9 mesi al 31%, sotto il 32,8% di tutto il 2009. Se questo è il driver che guida la speculazione, a livello tecnico le vendite odierne stanno deteriorando il quadro grafico di breve periodo. Dopo il recente rally il titolo sembra infatti intenzionato a ritracciare l'importante rottura del triangolo rialzista effettuata lo scorso 20 settembre. Da allora le azioni hanno costruito una gamba rialzista che ha portato le quotazioni sui massimi da maggio 2008. L'indecisione mostrata sui massimi di periodo ha dunque fatto sì che le azioni violassero la trendline ascendente composta con i minimi crescenti del 31 agosto e del 7 ottobre. In quest'ottica, guardando sia il grafico settimanale che quello giornaliero o a 30 minuti, si individua la violazione di 11,84 euro come segnale decisivo per l'implementazione di una strategia ribassista. In quest'ottica lo short a 11,84 vedrebbe il posizionamento dello stop a 12,40 e fisserebbe il target iniziale a 11,63 euro. Decisamente più allettante il secondo target, posizionato all'altezza dei top del 6 agosto a 10,50 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA