1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fiat: fissazione fascia prezzo Ipo Chrysler già questa settimana, valutazione tra 9 e 12 mld $

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Piede sull’acceleratore per l’Ipo di Chrysler con l’approdo a Wall Street che potrebbe materializzarsi già nella prima metà di dicembre per evitare il rischio di far cadere l’Ipo nel periodo prenatalizio quando solitamente si registra un rallentamento delle richieste da parte degli investitori. L’accelerazione dell’iter sarebbe dovuta anche alla volontà di aumentare la pressione su Veba al fine di trovare un accordo con Fiat per la cessione della propria quota al gruppo torinese ed evitare così l’Ipo.

A Piazza Affari il titolo Fiat, dopo un avvio i rialzo sopra quota 6 euro, viaggia ora in calo dello 0,43%.

Da Ipo raccolta tra 1,5 e 2 mld di dollari 
Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal la fissazione della fascia di prezzo avverrà già questa settimana e le fonti riportate dal prestigioso quotidiano finanziario parlano di una raccolta dall’Ipo tra gli 1,5 e i 2 miliardi di dollari. Il prospetto di quotazione prevede il collocamento di una quota del 16,6% di Chrysler. Questa fascia di prezzo implicherebbe una valorizzazione complessiva del colosso di Detroit controllato da Fiat pari a 9-12 miliardi di dollari, sostanzialmente in linea con quella data dagli analisti che è di 10-11 miliardi di dollari.

La quota del 41,5% della controllata di Fiat in mano a Veba avrebbe un valore tra 3,75 e 5 miliardi, con il top del range di valutazione della quota che corrisponde con quanto il fondo dei sindacati Usa vorrebbe ottenere dalla vendita della propria quota.
Venerdì scorso l’agenzia Bloomberg aveva riportato l’indiscrezione che l’orientamento degli istituti di credito guidati da JP Morgan e BofA Merrill Lynch (Barclays, Goldman Sachs, Morgan Stanley e Ubs) era di una valorizzazione di Chrysler pari a 10 mld di dollari.