Fiat: Elkann e Marchionne, avviati serie di investimenti. Centreremo obiettivi che ci siamo posti

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 20/12/2013 - 11:57
Quotazione: FCA CHRYSLER
"Il nostro primo pensiero è per l'impegno che avete messo nel vostro lavoro, in un anno molto difficile. Il mercato europeo dell'auto, e quello italiano in particolare, hanno continuato a mostrare segni di debolezza, rendendo ancora più impegnativo il nostro compito. La dedizione e la concentrazione da parte vostra non sono mai venute meno. Anche in quanti di voi hanno lavorato in modo saltuario, lo sconforto non ha prevalso. A tutti voi desideriamo oggi dire 'Grazie!'. Così John Elkann e Sergio Marchionne, presidente e amministratore delegato di Fiat, nella lettera di fine anno inviata ai dipendenti del gruppo.

"In questo quadro, abbiamo preso alcune decisioni coraggiose, che riguardano soprattutto gli stabilimenti italiani e che siamo convinti ci ripagheranno nei prossimi anni: invece di chiudere alcuni impianti, abbiamo scelto di puntare sulla parte alta del mercato, sfruttando appieno le potenzialità dei nostri marchi e i numerosi vantaggi che ci derivano dall'alleanza con Chrysler. Abbiamo così avviato una serie di investimenti che proseguiranno nei mesi e negli anni a venire: l'obiettivo è di usare i nostri stabilimenti come base per la produzione di veicoli destinati ai mercati di tutto il mondo. I primi segnali, che ci arrivano dallo stabilimento Maserati "Giovanni Agnelli" di Grugliasco, sono molto positivi e ci incoraggiano a proseguire su questa strada".

"Il nuovo anno si annuncia ricco di sfide impegnative. Sappiamo che il mercato continuerà a essere difficile, ma siamo convinti di poter centrare gli obiettivi che ci siamo posti. Conosciamo le vostre capacità e la vostra determinazione, ed è proprio grazie ad esse che possiamo guardare con fiducia al futuro: perché la vera forza di Fiat sta nel talento e nell'esperienza degli uomini e delle donne che ci lavorano".
COMMENTA LA NOTIZIA