1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fiat, con il bilancio 2006 arriva il dividendo

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giungono in tarda mattinata gli attesissimi risultati di Fiat relativi al quarto trimestre del 2006 e all’intero esercizio annuale. E sono superiori a quelli totalizzati nei medesimi periodi di riferimento dell’anno prima, tanto da sancire anche, per la prima volta dal 2002, la distribuzione di un dividendo agli azionisti.


La società del Lingotto di Torino fa sapere tramite una nota stampa di avere archiviato l’ultimo quarto dello scorso anno con un utile netto del gruppo e dei terzi, esclusa la gestione atipica, nell’ordine di 360 milioni di euro, in crescita di 276 milioni rispetto agli 84 milioni totalizzati negli ultimi tre mesi del 2005. I ricavi trimestrali sono invece aumentati del 5,5%, salendo da 13,14 miliardi a 13,86 miliardi, mentre il risultato operativo è cresciuto di 291 milioni, da 361 a 652 milioni e quello pretasse ha fatto segnare un incremento da 194 a 540 milioni di euro.

Per quanto concerne l’intero esercizio 2006, l’utile netto del gruppo e dei terzi è stato di 1,15 miliardi di euro, in discesa rispetto agli 1,42 miliardi di euro del 2005. Escludendo l’effetto delle poste atipiche nette, il risultato del 2005 sarebbe stato negativo per 376 milioni di euro e quello del 2006 positivo per 1,04 miliardi di euro. I ricavi del gruppo Fiat nel 2006 sono stati pari a 51,83 miliardi di euro, in crescita dell’11,4% sul 2005 (46,54 miliardi). L’area automobili ha realizzato ricavi per 25,6 miliardi di euro, con una crescita del 20,2%. In particolare, a schiacciare maggiormente il piede sull’acceleratore è stata Fiat Auto, i cui ricavi sono saliti a 23,7 miliardi di euro, con un incremento del 21,3% rispetto all’anno prima.


Nel 2006, il risultato della gestione ordinaria è stato di 1,95 miliardi di euro (3,8% dei ricavi), pressoché raddoppiato rispetto al miliardo del 2005 (2,1% dei ricavi). L’utile operativo del 2006 è stato di 2,06 miliardi di euro rispetto ai 2,22 miliardi di euro del 2005. L’utile ante imposte è stato pari a 1,64 miliardi di euro nel 2006, a fronte di 2,26 miliardi nel 2005. L’indebitamento netto industriale è diminuito di circa 1,4 miliardi di euro, attestandosi a 1,8 miliardi.


Alla luce dei risultati consolidati di gruppo, il consiglio di amministrazione intende proporre all’assemblea degli azionisti il pagamento di un dividendo complessivo di circa 276 milioni di euro. La proposta di distribuzione del dividendo sarà così articolata: 0,155 euro per azione ordinaria, per un importo totale di circa 169 milioni di euro; 0,31 euro per azione privilegiata, per un importo totale di circa 32 milioni di euro; 0,93 euro per azione di risparmio, per un importo totale di circa 74 milioni di euro, comprensivo del dividendo relativo al 2006, pari a 0,31 euro, e dei dividendi per i due esercizi precedenti, 2005 e 2004.