Fiat-Chrysler: per Wall Street Journal sede legale a Londra, quotazione a Wall Street

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 27/01/2014 - 09:42
Fari puntati su Fiat in questo avvio di settimana. Dopo le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, arrivano anche quelle dell'autorevole "The Wall Street Journal" sulla futura residenza legale e su dove verrà quotata la neonata Fiat-Chrysler. Secondo il quotidiano americano, che cita fonti vicine all'operazione, il numero uno della casa automobilistica torinese, Sergio Marchionne, ha intenzione di proporre al consiglio di amministrazione convocato mercoledì 29 gennaio per esaminare i conti del quarto trimestre e dell'intero esercizio 2013, la sede fiscale a Londra e la quotazione a Wall Street per il gruppo nato dalla fusione con l'americana Chrysler

La direzione che verrebbe presa da Marchionne rispecchia il percorso seguito già lo scorso anno per Cnh Industrial e gli permetterebbe di evitare di fare una scelta "politicamente difficile" tra l'Italia e gli Stati Uniti per la nuova sede del gruppo. Non solo, secondo quanto riportato dal quotidiano finanziario statunitense permetterebbe alla società di pagare meno tasse sui dividendi.

Il consiglio di amministrazione di Fiat sarà così chiamato mercoledì prossimo a valutare la proposta prima di esaminare i risultati finanziari. Gli analisti si attendono per Fiat Group un utile netto nel quarto trimestre per 400 milioni di euro e 1.070 milioni nell'intero 2013. Il trading profit del Lingotto dovrebbe attestarsi a 1.145 milioni negli ultimi tre mesi dell'anno scorso, a 3.605 milioni nel 2013. 

Intanto a Piazza Affari Fiat si muove poco sotto la parità. Il titolo del gruppo guidato sa Sergio Marchionne scivola dello 0,07% a 7,55 euro ad azione in una seduta iniziata in rosso per il Ftse MIb che cede circa lo 0,7%.
COMMENTA LA NOTIZIA