1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fiat Auto, migliora perdita operativa nel III trim: 270mln euro

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il fatturato di Fiat Auto nel terzo trimestre si è attestato a 4,5 miliardi di euro in crescita dell’11% rispetto allo stesso periodo 2003, miglioramento che riflette l’aumento dei volumi di vendita. Il risultato operativo rimane negativo per 270 milioni di euro ma in miglioramento dai 331 milioni del terzo trimestre 2003 grazie ai margini realizzati sui nuovi prodotti e alle riduzioni nei costi sebbene in parte bilanciate dalle maggiori spese in ricerca e sviluppo (48mln euro) e nella rete di vendita (8mln) nonchè dagli accantonamenti. Nel trimestre Fiat Auto ha venduto 402.500 veicoli (+11%) con un incremento della domanda in Brasile che ha controbilanciato la diminuzione delle immatricolazioni in Europa Occidentale (-2,3%) e Polonia (-24%). La quota di mercato di Fiat auto in questo stesso periodo è rimasta sostanzialmente invariata al 28% in Italia ed al 6,9% in Europa. Considerando i primi nove mesi dell’anno le vendite del Lingotto sono ammontate a 1.332.200 veicoli, in crescita dell’8,4% rispetto allo stesso periodo del 2003 con volumi in crescita del 3,3% in Europa Occidentale, del 6,1% in Polonia e del 22% in Brasile. Nel terzo trimestre è continuata l’azione di rafforzamento della gamma di prodotto con la commercializzazione della Lancia Musa e della Fiat Panda 4×4 e con la presentazione delle Alfa Crosswagon Q4 e Sportwagon Q4. Fiat prevede di continuare a puntare sull’innovazione tecnologica di prodotto, sul rafforzamento delle reti di vendita e per quanto riguarda Fiat Auto su una struttura più efficiente e sui nuovi modelli. Fiat Auto, che dal 1° settembre si è dotata di una nuova struttura più snella ed efficiente, prosegue nel rafforzamento della squadra di vertice destinata a guidarne la trasformazione culturale e il rilancio. L’Azienda chiuderà il 2004 con una riduzione della perdita operativa rispetto all’anno precedente.