1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fiat: analisti vedono benefici effetti da deal Fidis

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fiat è argomento caldo oggi a Piazza Affari. Il gruppo torinese eserciterà l’opzione call sul 51% di Fidis Retail Italia, di cui già detiene il 49%. Il Lingotto ha infatti intenzione di cedere contestualmente il 50% a un partner unico. Resta solo da capire chi la spunterà. Perché da ieri gira voce sul mercato che Bnp Paribas si sarebbe fatta avanti, mettendo sul piatto un miliardo di euro. Nell’attesa di sviluppi concreti gli analisti fanno qualche calcolo. Secondo un analista di una primaria banca d’affari che preferisce mantenere l’anonimato contattato da Finanza.com, l’offerta fatta dal gruppo francese è senza dubbio interessante, ma a suo avviso sorprese potrebbero arrivare anche da Mediobanca. D’altronde lo stesso Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat, non ha escluso la possibilità di una proposta da Piazzetta Cuccia. “Mediobanca -commenta l’analista- ha qualcosa che Fiat vuole, cioè il 29% della Ferrari. Un accordo tra le due non è dunque da escludere a priori”. Se dalle indiscrezioni si passerà alla realtà, la vendita del 51% di Fidis avrà dei benefici effetti sui conti Fiat. Gli analisti di Cheuvreux, in una nota uscita oggi, hanno calcolato che se il deal andasse in porto, avrebbe un effetto accrescitivo sulla valutazione del Nav di Fiat di circa lo 0,5 euro per azione e quindi il target price passerebbe da 9,4 a 9,9 euro. All’esperto interpellato da Finanza.com un rialzo di 0,5 centesimi sembra eccessivo. “Meglio limitarsi ad un incremento del prezzo obbiettivo di 0,3 centesimi, considerando che la plusvalenza si aggirerebbe intorno ai 360 milioni di euro”.