Fiat: al mercato piace la conquista di Chrysler alla velocità della luce

Inviato da Redazione il Lun, 30/05/2011 - 15:04
Quotazione: FCA CHRYSLER

Il mercato continua ad apprezzare la "scalata veloce" alla Chrysler da parte di Fiat. Per avere conferma basta osservare la performance del titolo: +8% negli ultimi 7 giorni. E anche oggi, nonostante gli scambi sottili a causa delle chiusure per festività di Wall Street e Londra, piovono gli acquisti con l'azione del Lingotto che guadagna oltre 1 punto percentuale a 7,27 euro. Secondo gli analisti di Intermonte, a spingere positivamente il titolo è l'intenzione, espressa lo scorso venerdì dall'Ad Sergio Marchionne, di esercitare la call sul 6,6% di Chrysler posseduto dal Tesoro statunitense, salendo in questo modo al 52% ed eliminando i vincoli gestionali dovuti alla presenza nel capitale del governo di Washington.

Un altro fattore positivo per la performance borsistica è da ricercare nell'imminente consolidamento tra le due case automobilistiche, che avverrà dal primo giugno. Secondo Mediobanca, il consolidamento di Chrysler si rifletterà positivamente sul P/E (rapporto prezzo-utili) di Fiat: gli analisti di piazzetta Cuccia valutano che nel 2012, quando il Lingotto avrà consolidato il 52% della casa statunitense, il suo rapporto P/E scenderà dagli attuali 9,5 a 4,6, un livello inferiore rispetto ai diretti concorrenti.

Ma non è tutto, visto che gli analisti di Equita danno ormai come prossimo anche l'acquisto dell'1,7% di Chrysler in mano al Governo canadese, evento che sembrerebbe confermato dalle parole dello stesso Marchionne. L'Ad di Fiat ha infatti dichiarato all'agenzia Reuters che il Lingotto sarebbe pronto all'acquisto, sebbene non esista al momento la possibilità di esercitare la call option, ma lo farebbe solo ad un prezzo ragionevole. "Più aspettiamo, più costa", ha dichiarato venerdì scorso Marchionne, citato da Reuters.

E gli analisti come vedono il futuro del titolo? Secondo Mediobanca, Fiat Spa ha ancora molto da dare in Borsa: raccomandazione outperform confermata e target price a 11,8 euro. Più caute le valutazioni di Intermonte, che ribadisce neutral con prezzo obiettivo a 7,50 euro. "La reazione positiva del titolo potrà proseguire nel breve termine, nonostante ci aspettiamo dati sulle immatricolazioni Fiat ancora deboli per il mese di maggio", si legge nella nota odierna di Intermonte. Più positivi gli esperti di Equita che consigliano di comprare (buy) l'azione indicando un target price a 9,50 euro.

COMMENTA LA NOTIZIA