1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fiat: Akros alza il prezzo obiettivo a 7,2 da 6,3 euro

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I conti Fiat sono tornati. Anzi hanno fatto ancora meglio di quanto il mercato si aspettasse. Così questa mattina gli analisti sono al lavoro a ritoccare stime e raccomandazioni. I primi a promuovere Fiat sono gli esperti di Banca Akros, che hanno rivisto al rialzo il target price da 6,3 euro a 7,2 euro sul Lingotto confermando il rating al gradino hold (mantenere il titolo in portafoglio). “Per la prima volta la sorpresa positiva è venuta da Fiat Auto, che ha fatto registrare una perdita operativa di 88 milioni contro una perdita dell’anno scorso di 238 milioni. Ora diventa più credibile il raggiungimento di una perdita di circa 320 milioni sull’intero anno come nei piani del gruppo”, dicono gli esperti, sostenendo che “tali risultati appaiono tanto più incoraggianti se si tiene conto del difficile contesto di mercato in Europa ed in Italia in particolare. Ora sarà interessante vedere quale sarà l’accoglienza riservata dal mercato alla nuova Punto”. Naturalmente lodi a Sergio Marchionne. “Finalmente Fiat sembra aver trovato una guida capace, dopo il tourbillon di ricambi al vertice del gruppo degli ultimi anni”, dicono gli analisti, riconoscendo che “va dato atto a Marchionne di aver conseguito risultati estremamente lusinghieri e non affatto scontati: la chiusura della partnership con Gm, salvaguardando aspetti industriali critici, le banche che hanno dovuto accettare di convertire il prestito da 3 miliardi e di entrare a far parte del capitale di Fiat”. Cosa aspettarsi adesso? “Al momento tendiamo ad escludere importanti alleanze mentre ciò potrebbe tornare d’attualità fra un anno, un anno e mezzo con l’Auto risanata. La fiducia nei confronti del turnaround dall’Auto sta aumentanto così come la considerazione nei confronti del management”, rispondono nella nota gli esperti.