Fiat: AbaxBank, le dismissioni non risolvono i problemi

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Lo scatto in avanti di Fiat degli ultimi due giorni fa discutere gli analisti di AbaxBank. “Anche la giornata di ieri è stata contraddistinta da una serie di rumors e speculazioni su operazioni straordinarie che riguarderebbero Fiat, con ipotesi su soggetti interessati ad entrare nel capitale del gruppo”, ricordano bene gli esperti, che ritengono che per il momento più probabile che il gruppo porti a termine qualche dismissione di asset ritenuti non strategici. “Potrebbe essere il caso di Atlanet ad esempio o di qualche ramo d’azienda nel settore della componentistica, operazioni che, tenuto conto anche dell’evoluzione positiva dei multipli di settore negli ultimi mesi, potrebbero portare valori di realizzo interessanti per Fiat”, suggeriscono gli analisti, che sottolineano che “si tratterebbe di operazioni minori se messe in relazione con i numeri consolidati di Fiat”. Infatti “tendiamo ad escludere per il momento operazioni più a larga portata sul capitale di Fiat: con un piano di ristrutturazione ancora in piena fase di implementazione crediamo risulti difficile trovare investitori decisi a rilevare quote importanti del capitale”, aggiungono. Qualche certezza all’orizzonte c’è. Sul fronte delle notizie industriali sono infatti attesi per domani i dati sulle immatricolazioni auto in Europa a giugno. Ebbene “secondo quanto anticipato da Automotive News, i dati dovrebbero essere incoraggianti: si stima infatti una crescita delle immatricolazioni del 4,5%, e crediamo che Fiat possa avvicinarsi a questi livelli, salvo sorprese negative dal mercato polacco”, concludono ad Abaxbank. Rating outperform confermato su Fiat.