1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Festa finita per Banca Intesa, Commerz ufficializza addio al patto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Banca Intesa accusa il calo più pesante tra i titoli bancari. L’azione dell’istituto guidato da Corrado Passera segna un ribasso del calibro dell’1,08% passando di mano a quota 3,21 euro. Da Francoforte arrivano novità. Commerzbank ha ufficializzato la disdetta al patto di sindacato di Banca Intesa. E’ partita lunedì per fax e per corriere la comunicazione inviata dal consiglio di amministrazione di Commerzbank ai vertici dell’istituto italiano. La banca presieduta da Klaus Peter Muller ha tranquillizzato, facendo sapere che la disdetta consente la necessaria “flessibilità” e che “non significa una prossima vendita” della quota, che non può essere ceduta in ogni caso prima di sei mesi dalla disdetta. Ma in realtà sotto questa mossa ci potrebbe essere un disegno. L’operazione potrebbe, infatti, preludere a una futura cessione da parte di Commerz dal 4,5% detenuto in Banca Intesa, di cui il 3,4% vincolato al patto di sindacato che governa l’istituto in scadenza ad aprile. Il motivo? “Spianarsi la strada al rafforzamento di Commerz in Mediobanca attraverso un aumento della quota, dall’1,8% a circa il 4%, che il gruppo tedesco ha più volte detto di considerare strategica”, commenta un trader. “La partita si lega alla riduzione delle partecipazioni possedute da Capitalia e Unicredito che ancora nelle scorse settimane hanno confermato l’esistenza di negoziati per la cessione ai tedeschi di pacchetti pari all’1,1% ciascuno. Per domani è convocata l’assemblea del patto di sindacato di Mediobanca”, aggiunge l’esperto. E gli operatori si devono mettere il cuore in pace. Molto probabilmente il presidente di Commerz diserterà l’appuntamento di Piazzetta Cuccia perché ufficialmente in viaggio d’affari.