1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ferragamo rimane a rischio short sul Ftse Mib

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’ingresso nell’indice Ftse Mib, avvenuto lo scorso 19 dicembre, non ha portato particolari benefici al quadro grafico di Ferragamo. L’azione della società de comparto fashion è reduce da una forte discesa che, tra il 7 e il 15 dicembre, ha portato a un ribasso superiore al 18 per cento. Durante il percorso Ferragamo ha rotto al ribasso le medie mobili a 14 e 55 giorni, l’area dei supporti intermedi a 10,98 euro e infine la trendline rialzista di breve termine ottenibile dall’unione dei minimi del 4 ottobre con quelli del 25 novembre. La discesa ha trovato alla fine un sostegno a 9,80 euro, effettuando il pull-back sulla trendline citata, senza tuttavia riuscire a recuperarla. Solo con un ritorno sopra 10,40 euro, area nelle vicinanze della quale si trova anche la media mobile a 14 giorni, allontanerebbe il rischio di un aumento della pressione in vendita che potrebbe portare alla rottura dei minimi di area 9,80. In tal caso target a 9,20 euro. Chi volesse seguire l’opzione short, potrebbe tentare un anticipo della eventuale rottura al ribasso dei minimi a 9,80 aprendo posizioni ribassista su violazione di area 10 euro. Target a 9,80, 9,20 e 8,85 euro con stop loss a 10,40 euro.