1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Ferragamo, l’inizio d’ottava porta alla violazione dei supporti dinamici

QUOTAZIONI Salvatore Ferragamo
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Particolarmente pesanti le perdite al giro di boa della prima seduta della nuova ottava per Ferragamo. A Piazza Affari i titoli della maison lasciano sul terreno quasi due punti percentuali. Al di là della singola perdita odierna, a preoccupare sono i risvolti grafici della flessione. Le vendite che hanno contraddistinto l’andamento del titolo giovedì e venerdì scorso e le perdite odierne hanno infatti fatto scivolare le azioni sotto i supporti dinamici offerti dalla trendline ascendente tracciata con i minimi del 25 novembre e del 15 dicembre. Il segnale di vendita assume un valore maggiore se si considera che le azioni erano già inserite in un quadro tecnico deficitario. Il riferimento è alla capitolazione dello scorso 14 dicembre della trendline rialzista di lungo periodo tracciata con i low del 4 ottobre e del 25 novembre. Le azioni da allora non sono più state in grado di riportarsi sopra le nuove resistenze dinamiche espresse dalla linea di tendenza. Esempio emblematico è fornito dai ripetuti pull back avvenuti sia con i massimi intraday del 21 dicembre che con il trittico di top intraday toccato a cavallo tra il 3 e il 5 gennaio. Partendo da questi presupposti, fondamentale diventa la tenuta dei supporti statici posti a 9,58 euro. La loro capitolazione porterebbe un inevitabile incremento delle pressioni di vendita. In base agli elementi emersi dall’analisi, ingressi in vendita a 10 euro avrebbero come primo target i 9,25 euro e come secondo gli 8,15 euro. Lo stop a tale strategia scatterebbe invece con ritorni sopra i 10,50 euro.