1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

A Ferdinando Baccalli Falco, Presidente e Ceo di General Electric Europe, l’edizione 2013

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sarà consegnato oggi presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Bruxelles, Alfredo Bastianelli, il Premio Italia-Europa 2013. Dopo il Vice Presidente e Commissario all’Industria, Antonio Tajani, ed il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, il GII, Gruppo di Iniziativa Italiana di Bruxelles, ha inteso tributare il prestigioso riconoscimento a Ferdinando “Nani” Beccalli Falco, per la sua straordinaria carriera di manager internazionale e per l’impegno in favore della competitività dell’industria europea.

“Il Premio Italia-Europa del GII, che riunisce i rappresentanti dei principali gruppi industriali e finanziari Italiani a Bruxelles, e di cui sono Presidente Onorario, nella mia qualità di Ambasciatore d’Italia, intende valorizzare le personalità italiane che abbiano profuso un particolare impegno in favore della competitività industriale italiana ed europea”, ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia a Bruxelles, Alfredo Bastianelli.

“Nani Beccalli-Falco è senza dubbio oggi uno dei manager italiani più apprezzati a livello internazionale ed è importante che il nostro sistema-Paese guardi con ammirazione a quanto sta facendo in qualità di CEO di un grande gruppo multinazionale che ha un ruolo di primo piano per lo sviluppo dei settori ad alta tecnologia in Italia ed in Europa”, ha aggiunto l’Ambasciatore.

“Sono onorato di ricevere un premio che riconosce il mio impegno nei confronti dell’Italia e del suo sistema industriale”, sono state le prime parole di Baccalli Falco.

“Nel mio ruolo di manager italiano che lavora in un contesto internazionale non perdo occasione per sostenere le capacità dei nostri imprenditori e per affermare che il nostro Paese, malgrado la crisi che sta attraversando, ha ancora enormi potenzialità da esprimere se riuscirà a mettere mano alle riforme nel mercato del lavoro, del fisco, della giustizia, e a snellire la burocrazia. L’Italia deve riscoprire e valorizzare l’antica sapienza manifatturiera e il gusto estetico che sono nel suo dna”, ha evidenziato ancora il manager di General Electric.

Beccalli-Falco è entrato in General Electric nel 1975, ricoprendo incarichi di alto profilo nel gruppo, dapprima nella divisione Capital e Plastic in USA, Olanda e Giappone, per poi diventare Presidente e CEO di GE International.

Beccalli-Falco ricopre oggi l’incarico di Presidente e CEO per l’Europa e per la Germania di General Electric e, con il definitivo acquisito del controllo di Avio da parte del gruppo americano, è stato chiamato a ricoprire il ruolo di Presidente del CdA di GE-Avio.

Per il suo profilo di manager internazionale, Nani Beccalli-Falco è stato advisor del Primo Ministro francese Raffarin (1994-1995) e del Ministro delle Finanze Polacco (1995). Ad oggi, è membro di importanti think tank come CEPS-Centre for European Policy Studies; Emmanuel Center Stiftung; GE Foundation; e Junior Achievement Young Enterprise.

Nel 2007 il Presidente Napolitano ha insignito Beccalli-Falco dell’onorificenza di “Cavaliere del Lavoro”, a cui è seguita, nel 2009, La Lėgion d’Honneur insignitagli dal Presidente Francese, Nicholas Sarkozy.