Federauto: servono politiche di defiscalizzazione per rivitalizzare mercato auto

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 17/12/2013 - 13:57
"L'Italia grazie alla totale mancanza di strategie politiche e alla tassazione selvaggia continua ad essere fanalino di coda di un'Europa che a sua volta è fanalino di coda del mondo. La politica deve dare un segno di discontinuità andando in controtendenza rispetto a quanto fatto fino ad ora e cioè utilizzare il settore auto come bancomat". E' il commento di Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, ai dati europei delle immatricolazioni auto diffusi oggi da Acea e che sanciscono a novembre il terzo rialzo consecutivo con 975.281 unità, +0,9% rispetto allo stesso periodo del 2012. In Italia lo stesso mese si è chiuso a -4,54%. "Da tempo chiediamo al Governo interventi concreti per il settore auto - prosegue il presidente dell'associazione che rappresenta i concessionari di tutti i marchi commercializzati in Italia di auto, veicoli commerciali, veicoli industriali e autobus -. In particolare l'attuazione di politiche di defiscalizzazione per i privati e le aziende. Ripartire dal settore auto, che occupa 1.200.000 addetti, significa offrire un futuro al Paese".
COMMENTA LA NOTIZIA