La Fed spinge i listini statunitensi

Inviato da Floriana Liuni il Gio, 23/08/2012 - 09:12
Wall Steet recupera terreno in scia delle minute della Fed. Chiusura in parità per gli indici statunitensi, spinti al rialzo nel finale dalle indicazioni contenute nelle minute dell'ultima riunione del board della Federal Reserve. Dai verbali è emersa la disponibilità di "molti" membri del Fomc (Federal Open Market Committee) a mettere in campo nuove misure di allentamento nel breve periodo. Un terzo round di allentamento quantitativo (QE3, Quantitative Easing 3) potrebbe essere evitato solo se "i dati in arrivo dovessero rilevare un rafforzamento sostanziale e sostenibile della ripresa economica". Nella prima parte gli indici erano risultati penalizzati dalla crescita inferiore alle attese registrata a luglio dalle vendite di case esistenti, salite del 2,3% a 4,47 milioni di unità. Il Dow Jones ha chiuso in rosso dello 0,23% a 13.172,76 punti, lo S&P ha terminato invariato (+0,02%) a 1.413,49 ed il Nasdaq con un +0,21% è salito a 3.073,67. Per quanto riguarda i dati trimestrali, -5,35% per Dell che il day-after la presentazione dei conti è stata penalizzata dalla guidance sui prossimi mesi che secondo la società risentiranno dell'uscita di Windows 8. Tra le altre società che hanno presentato i risultati segno più per Toll Brothers (+3,77%) e per Williams-Sonoma (+11,64%).
COMMENTA LA NOTIZIA