1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

La Fed spinge in rosso Wall Street, l’outlook penalizza Adobe

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Partenza con il segno meno per gli indici a Wall Street il day-after il meeting della Banca centrale statunitense. Causa l’andamento dell’inflazione e i timori legati al quadro internazionale, l’istituto guidato da Janet Yellen ha deciso di confermare il tasso sui Fed Funds nel range 0-025%. Il gesto da “colomba” della Fed preoccupa però gli operatori: nei primi scambi il Dow Jones perde l’1,17%, lo S&P500 scende di un punto percentuale e il Nasdaq segna un -1,15%. In agenda macro troviamo solo il superindice, stimato in aumento dello 0,2% ad agosto.

A livello di singole performance -0,3% per Adobe Systems che nonostante conti superiori alle attese ha deluso sul fronte dell’outlook. Andamento simile per Aetna (-0,25%), promossa a “buy” dagli analisti di Cantor Fitzgerald, e -1,4% per Texas Instruments che ha annunciato un incremento del dividendo del 12% e un aumento da 7,5 miliardi del piano di buyback.