La Fed riporta la fiducia sui mercati, riviste al rialzo stime crescita Usa

Inviato da Titta Ferraro il Mer, 25/11/2009 - 10:04
La parziale delusione arrivata ieri dalla revisione al ribasso del tasso di crescita del pil statunitense nel terzo trimestre (+2,8% dal +3,5% della prima lettura flash) è stata subito controbilanciata nella serata di ieri dalle minute del Fomc. La Federal Reserve ha annunciato la revisione al rialzo delle proprie  stime di crescita per l'economia a stelle e strisce. Nel 2010 è attesa una crescita del pil nel range  2,5%-3,5% dal 2,1%-3,3% indicato nelle precedenti previsioni. Per l'anno in corso, invece, la banca centrale americana  stima una contrazione dello 0,25% rispetto al -1,25% individuato in precedenza. Nelle minute del Fomc si rimarca comunque come la ripresa sarà lenta e graduale con disoccupazione elevata per diverso tempo, anche se le stime per il 2010 sono lievemente migliorate. Il tasso di disoccupazione, che a ottobre si è attestato al 10,2%, è visto sotto la soglia del 10% nel 2010, tra il 9,3-9,7% dal 9,5-9,8% previsto precedentemente. Il consensus Bloomberg è di una crescita del 2,6% del pil statunitense nel 2010 e del 3% nel 2011. Indicazioni positive arrivate oggi anche dal Giappone con l'export che a ottobre risulta in calo del 23,2% a/a dal -30,6% di settembre. Si tratta della minor contrazione  degli ultimi 12 mesi.
 
Segnali di ottimismo sulla ripresa economica che stanno appesantendo il dollaro con cross euro/dollaro nuovamente sopra quota 1,50 e yen ai massimi a 6 settimane rispetto al biglietto verde. Corrono invece i mercati. Dopo la chiusura sostanzialmente piatta di Wall Street, che ha recuperato gran parte delle perdite della prima parte della seduta, le borse asiatiche hanno archiviato la giornata con segno più (+0,43% Tokyo, +0,80% Sydney e +2,07% per Shanghai) e i listini europei viaggiano in rialzo dopo la prima ora di contrattazioni (+0,51% per l'indice Ftse Mib).
 
COMMENTA LA NOTIZIA