La Fed conferma i tassi, migliora l'economia Usa

Inviato da Luca Fiore il Mar, 16/03/2010 - 20:00
Dopo l'annuncio che la Federal Reserve manterrà i Fed Funds all'interno della forbice 0-0,25% ed il tasso di sconto allo 0,75% per un periodo di tempo "esteso", la moneta unica torna a guadagnare terreno sul greenback, che in prossimità dell'annuncio del Fomc aveva provato a recuperare terreno. Per acquistare un euro sono necessari 1,374 dollari (+0,4%).

Il braccio operativo della Banca centrale Usa nel comunicato che fa da corollario ai meeting ha rimarcato le indicazioni arrivate negli ultimi mesi dalla prima economia del pianeta, con il mercato del lavoro che va stabilizzandosi ed i consumi in crescita. Gli operatori per ora scontano i fed funds allo 0,75% a fine 2010.

Protagonista della giornata l'appetito per il rischio, tornato di gran moda nel corso della seduta. L'Ecofin ha deciso di rinviare qualsiasi decisione in merito la regolamentazione degli hedge; si vuole cercare la più ampia convergenza possibile senza urtare troppo la Gran Bretagna e la sua industria finanziaria. Questione-Grecia. Continua il balletto dei ministri europei, che provano per ora ad evitare qualsiasi impegno troppo stringente.

Intanto dal fronte macro, sono arrivate indicazioni migliori delle attese dallo Zew (44,5 punti a marzo), che nonostante il la sesta contrazione consecutiva si mantiene sopra i 28,1 punti della media di lungo termine. Migliori del previsto anche gli indici relativi il mercato immobiliare a stelle e strisce, con i permessi edilizi in calo dell'1,6% e l'apertura di nuovi cantieri che mette a segno una contrazione del 5,9%.
COMMENTA LA NOTIZIA