1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

La Fed avverte: se aumenta l’inflazione i tassi tornano a salire

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’ombra dell’inflazione torna a farsi sentire insistentemente negli Stati Uniti e nuovi aumenti dei tassi di interesse non sono da escludere. È quanto si è appreso dalla diffusione delle “minute” della Federal Reserve (Fed) e relative alla riunione del Fomc, il braccio esecutivo della Banca centrale Usa, dello scorso 12 dicembre. Il rallentamento accusato dal mercato immobiliare è stato definito “sensibile” ma gli effetti sull’economia a stelle e strisce si dissiperanno, precisando che “tutti i membri del Comitato hanno mostrato preoccupazione sulle prospettive inflazione e considerano perciò necessari “segnali di moderazione” da questo fronte. Tenendo comunque in considerazione che le prospettive di inflazione e crescita “sono poco cambiate” dalla riunione dello scorso 25 ottobre, il Fomc ribadisce dunque che “i rischi di inflazione continuano a preoccupare e sono possibili nuovi rialzi dei tassi”.