1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Febbre Bitcoin, carrellata di record. Rally scatenato da rumor Cina e Amazon

Rumor su importante annuncio il prossimo 26 ottobre.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Torna la febbre per il Bitcoin, che segna una nuova carrellata di record, stracciando il precedente massimo storico testato lo scorso 2 settembre, a 5.013,91 dollari. La criptovaluta balza inizialmente fino a $5.167,90, stando alle rilevazioni di Coindesk, per poi volare anche oltre la soglia di $5.200, fino a $5.231.

Tengono banco alcuni rumor, secondo cui la Cina potrebbe tornare a consentire il suo trading. Il balzo alle 13.40 circa ora italiana è superiore a +8%.

Verso la metà di settembre, gli investitori che puntano sul Bitcoin erano stati tramortiti dalla notizia secondo cui la seconda piattaforma maggiore del paese, BTCChina, avrebbero chiuso nel breve i battenti.Ancora prima, sempre la Cina aveva messo al bando le offerte ICO, ritenendole illegali e pericolose per i mercati finanziari.

Negli ultimi giorni sono tuttavia emerse indiscrezioni, secondo cui Pechino potrebbe decidere di rivedere la propria posizione.

In particolare Cryptocoinnews, citando l’agenzia di stampa cinese Xinhua, ha riportato che il trading del Bitcoin potrebbe tornare a essere riattivato, sebbene sottoposto a maggiori regole.

Intervistata dalla Cnbc, Aurelien Menant, AD della piattaforma di criptovalute Gatecoin, ha commentato le indiscrezioni, affermando che “gli speculatori sono rialzisti sul valore del Bitcoin, in quanto anticipano il ritorno della Cina nei mercati globali delle criptomonete”.

Incidono anche le view di gestori di hedge fund comunicate nelle ultime sedute: come quella di Michael Novogratz che, lo scorso martedì, ha detto di prevedere che il Bitcoin potrebbe testare la soglia di $10.000 e avanzare anche di più, nell’arco dei prossimi sei mesi. Novogratz è così convinto del suo outlook che sta creando ora un proprio fondo di criptomonete, del valore di $500 milioni.

Ci sono poi quei rumor su Amazon, secondo cui il colosso retail online potrebbe accettare pagamenti in Bitcoin nella sua piattaforma. In un post pubblicato su Seeking Alpha, gli analisti di Giesbers Investments hanno sottolineato che “Amazon potrebbe fare l’annuncio già in occasione del prossimo incontro con gli investitori, atteso per il 26 ottobre“.

I rumor su Amazon alimentano una catena di ulteriori speculazioni, tanto che Naeem Aslam, responsabile analista dei mercati presso Think Markets UK, intervistato da Marketwatch, fa notare che, “se Amazon dovesse riuscire a portare con successo il Bitcoin sulla sua piattaforma, sarebbe solo una questione di tempo prima che anche eBay decidesse di fare un annuncio simile”. E così, altri retailer online.