Un febbraio da ricordare per gli indici europei, rialzi record per il Dax

Inviato da Redazione il Ven, 02/03/2012 - 13:34
Il mese di febbraio è stato ricco di soddisfazioni per gli investitori. Come evidenziato dall'index provider STOXX Limited, in febbraio si è assistito ad un generalizzato apprezzamento dei listini internazionali. Nello specifico l'indice STOXX Europe 600 è avanzato del 3,90%, lo STOXX Asia 1200 del 2,93% e lo STOXX Global 3000 del 2,54%. Grazie a questi risultati, i tra panieri hanno portato i loro guadagni da inizio anno rispettivamente all'8,09%, al 10,48% e al 7,70%. Tra gli altri indici globali chiave, anche lo STOXX Americas 1200 si è rivalutato nel mese appena terminato dell'1,91% che porta il risultato complessivo da inizio anno a +6,27%.
Scorrendo e analizzando i singoli settori europei, i tre migliori sono stati lo STOXX Europe 600 Chemicals (+7,24%), lo STOXX Europe 600 Technology (+7,07%) e lo STOXX Europe 600 Automobiles & Parts (+7%). Quest'ultimo si aggiudica anche la palma di migliore indice settoriali da inizio anno con una rivalutazione pari al 29,32%. Fanalino di coda nel mese di febbraio lo STOXX Europe 600 Basic Resources che ha lasciato sul terreno lo 0,25%, ma da inizio anno il segno è ancora ampiamente positivo per il comparto grazie al +13,84% ancora in cascina. L'unico paniere settoriale che ha mostrato una reale debolezza è lo STOXX Europe 600 Health Care. Il mese scorso il basket ha perso lo 0,15% portando il risultato complessivo da inizio anno in rosso dell'1,52%.
La buona intonazione dei listini azionari e il recupero della fiducia da parte degli investitori si è tradotta in un nuovo brillante avvio d'anno per il Dax. Anzi, il miglior avvio di sempre. "L'Oscar di STOXX Limited va al Dax, capace di portare la sua progressione da inizio anno al 16,24% a fine febbraio", evidenzia il direttore esecutivo della STOXX Limited Konrad Sippel aggiungendo che "prendendo in considerazione solo i primi due mesi dell'anno, si tratta del miglior risultato dal suo lancio quasi 25 anni fa.
COMMENTA LA NOTIZIA