Fca pensa a spostare produzione Panda in Polonia, decisione dipenderà da successo modelli Alfa

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il possibile stallo delle vendite nei prossimi anni in Europa spinge i colossi auto del vecchio continente a considerare strategie volte al contenimento dei costi. In tal senso Fiat Chrysler Automobiles (Fca) potrebbe valutare lo spostamento della produzione della Panda in Polonia, dove i costi della manodopera sono decisamente più bassi, mentre in Italia si concentrerebbe la produzione dei modelli premium come quelli del marchio Alfa Romeo.

Stando alle indiscrezioni riportate dall’agenzia Bloomberg il gruppo guidato da Sergio Marchionne potrebbe decidere di sospendere la produzione della Panda presso lo stabilimento di Pomigliano in modo da liberare capacità produttiva per i modelli Alfa. La decisione non sarebbe definitiva e molto dipenderà dall’andamento delle vendite dei nuovi modelli Alfa, come il SUV Stelvio e la berlina Giulia. Vendite sostenute dei nuovi modelli Alfa renderebbe molto probabile tale scenario. 

Fca produce all’estero già diversi suoi modelli: la berlina Tipo è costruita da una joint venture in Turchia, la 500 è realizzata in Polonia e nella variante 500L in Serbia.

Mercato europeo verso rallentamento
Secondo la società di ricerche di mercato IHS Markit, le vendite di veicoli in Europa quest’anno continueranno a crescere anche se a un ritmo ridotto (+1% a 15,3 milioni di unità), ma nei prossimi anni si potrebbe assiste a un deterioramento del mercato con discesa graduale delle vendite senza tornare quindi ai picchi raggiunti nel 2017.

I vari produttori europei stanno cercando di ridurre i costi con Volkswagen che ridurrà la forza lavoro di 30 mila unità. Intanto oggi PSA Group ha annunciato l’acquisto di Opel dando luogo al secondo più grande produttore di auto in Europa.