1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fca: maxi-richiamo per 1,9 milioni di auto causa airbag difettoso, titolo soffre in Borsa

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ennesimo richiamo per Fiat Chrysler che potrebbe andare anche a incidere sui conti del terzo trimestre dell’anno. Questa volta la causa è un difetto all’airbag che ha indotto il gruppo automobilistico italo-americano a richiamare circa 1,9 milioni di veicoli in tutto il mondo. I veicoli coinvolti comprendono i modelli di Chrysler, Dodge e Jeep venduti tra il 2010 e il 2014.

A Piazza Affari il titiolo Fca segna un calo dell’1,63% a 5,725 euro. 

Al cattivo funzionamento dell’airbag sarebbero legati alcuni incidenti mortali (tre persone morte e altre cinque ferite). I modelli interessati sono nel dettaglio la Chrysler Sebring, la Chrysler 200, la Dodge Caliber, la Dodge Avanger, la Jeep Patriot e la Jeep Compass. Richiamati anche i modelli della Lancia Flavia venduti tra il 2012 e il 2013.

Negli ultimi anni i numerosi richiami hanno comportato per il gruppo Fca rilevanti costi non ricorrenti (770 mln nell`area Nafta nel 2014, 905 mln nel 2015 e 414 mln da inizio 2016). Questo nuovo richiamo potrebbe essere inserito come costo nel terzo o quarto trimestre dell’anno.

Contatti con Baic per una seconda intesa cinese
Fiat Chrysler starebbe trattando una possibile joint venture in Cina con il gruppo BAIC. Per il gruppo guidato da Sergio Marchionne si tratterebbe della seconda collaborazione in terra cinese dopo l’intesa con Guangzhou Automobile Group siglata nel 2010. Le discussioni con Baic, secondo quanto riportato da Bloomberg News che a sua volta ha ripreso il sito locale Sina.com, sarebbero ancora alle fasi iniziali. Nessun commento da parte del gruppo cinese e anche dal quartier generale asiatico di Fca hanno fatto presente che non c’è nessun annuncio in arrivo anche se il gruppo vuole continuare a crescere in un mercato chiave quale la Cina e pertanto è alla ricerca di nuovi potenziali progetti.