1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Uncategorized ›› 

Fca: Goldman Sachs indica 4 catalyst per il titolo, tra cui spin-off Magneti Marelli e nuovo piano a giugno

Fca sotto la lente di Goldman Sachs che conferma la raccomandazione di acquisto. Sono 4 i catalizzatori per il titolo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fiat Chrysler Automobiles (Fca) debole a Piazza Affari, con il titolo che è scivolato sotto quota 19 euro, nonostante la positiva valutazione di Goldman Sachs. In un report dedicato al gruppo guidato da Sergio Marchionne gli analisti della casa d’affari americana hanno confermato la raccomandazione d’acquisto su Fca e hanno rivisto al rialzo il target price che sale da 31 a 31,3 euro da azione.
Continuiamo a vedere un significativo valore per gli azionisti – sottolineano da Goldman Sachs – ci aspettiamo che il gruppo generi redditività e un flusso di cassa superiore al consenso, archiviando il 2018 con almeno 4 miliardi di euro di cassa netta”. “Crediamo che il nuovo piano strategico 2018/2022 metterà in evidenza – si legge nel report di Goldman Sachs – la capacità di Fca non solo di sostenere ma anche di migliorare ulteriormente il livello di redditività e generazione di cassa. Inoltre, continuiamo ad attenderci che la creazione di valore resti un supporto all’equity story Fca nel 2018 e oltre”.

 

Solo qualche giorno fa, in occasione dell’assemblea degli azionisti, Marchionne ha affermato che Fca intende concludere lo scorporo di Magneti Marelli entro dicembre. “Speriamo che il processo si possa chiudere a dicembre di quest’anno”, ha detto Marchionne. Il manager italo-canadese ha poi aggiunto che “ora Magneti Marelli ha una posizione assolutamente solida per avere una vita al di fuori di Fca. Sarà molto simile a quello che è successo con Cnh Industrial”.

 

I 4 catalyst su Fca

Sono quattro, secondo Goldman Sachs, i principali catalyst su Fca “per la significativa creazione di valore”.

1- Le vendite mensili negli Stati Uniti impatteranno sul secondo trimestre. Goldman Sachs ricorda che Fca Us ha registrato solide vendite a marzo (+9,5% a/a)

2- Spin-off di magneti Marelli: l’annunciato scorporo di Magneti Marelli (attiva nel settore della componentistica) entro la fine dell’anno dovrebbe permettere al mercato di sbloccare un significativo valore per gli asset principali di Fca.

3- Il primo giugno Sergio Marchionne, amministratore delegato del gruppo automobilistico italo-americano, annuncerà e presenterà al mercato il nuovo piano strategico al 2022, “focalizzandosi sulla sostenibilità della performance finanziaria e sulle future opportunità di crescita”.

4- Un re-rating sostanziale: “Con l’azione che tratta con uno sconto sostanziale rispetto ai competitor a 1,3 volte il rapporto enterprise value/Ebitda 2019, il nostro target price a 12 mesi di 31,3 euro ad azione implica un potenziale upside di circa il 70 per cento”, affermano gli esperti della banca americana.